Tradimenti (e divorzi) al tempo di internet

Il tradimento on line, che sembra meno pericoloso e più affascinante, perché non corporeo, è ormai un fenomeno a cui oltre agli psicologi e ai sociologi stanno dedicando da tempo la loro attenzione anche gli avvocati.

Corriere del Mezzogiorno, 08/09/2013

Articolo precedenteContro la Cancellieri
Articolo successivoLa meglio gioventù fugge da Napoli
L’esperienza, la professionalità e la passione per il lavoro, sono gli aspetti che caratterizzano Alessandro Senatore. Sempre disposto all’ascolto, fautore della mediazione come pratica efficace per la soluzione dei conflitti, sostenitore dell’arbitrato quale valido e rapido strumento per la risoluzione delle controversie, in ogni caso, fortemente determinato nell’affrontare i conflitti che gli vengono sottoposti, ha come principale obiettivo l’interesse dei propri assistiti.
SHARE